La funzione terapeutica delle terme

Quando pensiamo al concetto di relax e alla sensazione di benessere, una delle prime cose a venirci in mente sono proprio le terme.

Chi non ha mai pensato di concedersi un momento personale all’insegna dello svago e del benessere, che può aiutare a liberarsi dallo stress quotidiano e tensioni emotive che possiamo vivere in determinato periodo.

Recentemente la maggioranza di queste strutture ha riaperto le proprie porte al pubblico in seguito al periodo di chiusura indetto dalla quarantena imposta per la pandemia da Coronavirus.

Ma recarsi presso delle strutture termali offre altri benefici oltre che a concederci del puro relax.

L’importante ruolo ricoperto dalle acque termali

Le acque termali, meglio note come acque sulfuree, possiedono delle proprietà in grado di prevenire e contrastare l’insorgenza dei fenomeni batterici e delle infiammazioni e ciò perché si occupano di rinforzare il sistema immunitario, agendo come vere e proprie precauzioni salutari.

Soprattutto in questo momento di emergenza, è importante fare tutto ciò che è in nostro potere per rendere più forte il nostro organismo, in modo che sappia reagire al meglio in caso di malattie e virus di diversa natura, che purtroppo al giorno d’oggi sono sempre più diffuse e dotate di un carica virale molto forte, che le rende in grado di sviluppare una sorta di resistenza e di immunità anche verso i farmaci più potenti.

Bisogna quindi cercare di adottare ogni accorgimento utile che in qualche modo possa rafforzare il nostro sistema immunitario, al fine di godere di un livello di salute più che ottimale.

Le terme come fonte di prevenzione

Le terme possono aiutarci in questo, e sono famose proprio per essere in gradi di fronteggiare ed alleviare lo stress.

Svolgono quindi un’importante funzione curativa, non tralasciando le caratteristiche di centri bellezza, spa e wellness.

La Federazione mondiale del termalismo, opera su un settore globale che interessa ogni ambito della cura della persona, intervenendo anche nel contesto della diffusione dei metodi di prevenzione.

Le terme di Sirmione

L’acqua delle Terme di Sirmione è di tipo sulfureo salsobromoiodica, con un’elevata quantità di zolfo, idrogeno solforati, sodio, bromo e iodio.

Queste caratteristiche la vanno a rendere un ‘acqua dalla grande azione terapeutica soprattutto per quanto riguarda l’apparato respiratorio e quindi ideale per chi ha contratto il virus e deve rimettersi in forze.

Secondo il dottor Carlo Sturani, il direttore scientifico sanitario del centro, chi si avvale di questo genere di percorso riesce a rafforzare il sistema immunitario, rendendolo meno incline a contrarre altre malattie respiratorie causate da virus e batteri.

La cura termale andrebbe ripetuta ogni sei mesi.

Le terme di Cervia

L’ Acqua Madre di queste terme, invece, subisce un processo di evaporazione salina da cui si origina il Fango Liman di Cervia, che contiene elementi come magnesio, potassio, sodio, bicarbonato, zolfo, cloro, iodio e bromo che operano in campi antisettici e contro le infezioni di tipo respiratorio.

Il direttore sanitario del centro, Alessandro Zanussi asserisce che l’acqua di queste terme, sia in grado di agire contro i virus influenzali e può ridurre la carica batterica delle particelle virali.

Leave a Comment