Come curare le gengive infiammate

Le gengive infiammate (o gengivite) costituiscono un problema che interessa migliaia di persone e che si manifesta con dolore, possibilità di sanguinamento, gonfiore e alitosi. L’infiammazione delle gengive può essere causata da: altri disturbi del cavo orale (come parodontite o piorrea); cattiva igiene orale e dentale che causa un accumulo di placca e quindi la proliferazione di batteri che comportano l’infiammazione. È un disturbo particolarmente fastidioso e doloroso e per questo può essere utile conoscere dei rimedi o delle corrette abitudini per porre fine al problema.

Consigli per curare le gengive infiammate

Per curare i problemi che riguardano le gengive, è opportuno rivolgersi ad un dentista esperto.  Ecco alcuni utili consigli e buone abitudini da mettere in atto per curare le gengive infiammate e per prevenire l’infiammazione.

Per lavarsi i denti, è meglio munirsi di uno spazzolino con setole morbide così da non “provocare” troppo le gengive già dolenti o infiammate. Ricordare di utilizzare dentifrici di qualità e che non contengano sostanze aggressive.

Dedicarsi alla pulizia dei denti e all’igiene orale dopo ogni pasto così da evitare la diffusione di batteri (che sono causa dell’infiammazione). Spazzolare i denti “dolcemente” (per almeno due minuti) e non con troppa foga ed energia.

Per una pulizia ancora più accurata, può essere utile eseguire degli sciacqui con un collutorio disinfettante. A questo proposito, è bene ricordare che è sbagliato utilizzare il collutorio senza prima aver adeguatamente spazzolato i denti con lo spazzolino.

Per eliminare i batteri, può essere indicato effettuare sciacqui con bicarbonato e acqua (il bicarbonato è un ottimo antibatterico). Per eliminare eventuali residui di cibo, utilizzare il filo interdentale almeno una volta al giorno.

Per minimizzare la sensazione di bruciore, si può provare ad eseguire dei massaggi alle gengive con i propri polpastrelli o con stimolatori gengivali.

Per limitare il fenomeno dell’infiammazione gengivale, è sempre consigliato non bere e non fumare. Il fumo e l’alcool, come è risaputo, fanno male alla salute (anche a quella dei denti e delle gengive).

Fare attenzione alla propria alimentazione e prediligere frutta e verdure (in quanto ricche di vitamine che prevengono l’infiammazione gengivale e aiutano a lenire il fenomeno del sanguinamento). Inoltre, evitare cibi troppo grassi e fritti e bevande gassate e molto zuccherate.

Far eseguire dal dentista una pulizia dei denti una volta ogni 6 mesi così da eliminare residui di placca e tartaro.

Rimedi per curare le gengive infiammate

Accanto ai farmaci che possono essere prescritti, esistono anche rimedi naturali molto efficaci per curare le gengive infiammate o i fenomeni ad esse correlati (come alitosi, sanguinamento o gonfiore). Eccone alcuni:

  • acqua e limone, sarà sufficiente eseguire degli sciacqui (come se si stesse usando un collutorio) per disinfettare tutta la bocca;
  • impacchi con ghiaccio da porre sul viso per 5 minuti (rimedio utile soprattutto in caso di gonfiore);
  • propoli, ha proprietà antibatteriche, antinfiammatorie e cicatrizzanti;
  • curcuma, creare una pasta con un po’ di curcuma e acqua e applicarla per lenire dolore e gonfiore;
  • oli essenziali di salvia e menta, sono molto utili per contrastare l’alitosi (che è una diretta conseguenza dell’infiammazione gengivale);
  • tè verde, ha un effetto astringente e per questo può essere utile consumarlo per contrastare l’infiammazione delle gengive;
  • tè nero, applicare una bustina del te (dopo averla tenuta in infusione e averla fatta raffreddare) per un quarto d’ora;
  • aloe vera in gel, può essere applicata sulle gengive per lenire il dolore e l’infiammazione;
  • equiseto, con le sue proprietà emostatiche, è particolarmente indicato nei casi di sanguinamento gengivale.

Le gengive infiammate (o gengivite) costituiscono un problema che interessa migliaia di persone e che si manifesta con dolore, possibilità di sanguinamento, gonfiore e alitosi. L’infiammazione delle gengive può essere causata da: altri disturbi del cavo orale (come parodontite o piorrea); cattiva igiene orale e dentale che causa un accumulo di placca e quindi la proliferazione di batteri che comportano l’infiammazione. È un disturbo particolarmente fastidioso e doloroso e per questo può essere utile conoscere dei rimedi o delle corrette abitudini per porre fine al problema.

Consigli per curare le gengive infiammate

Per curare i problemi che riguardano le gengive, è opportuno rivolgersi ad un dentista esperto.  Ecco alcuni utili consigli e buone abitudini da mettere in atto per curare le gengive infiammate e per prevenire l’infiammazione.

Per lavarsi i denti, è meglio munirsi di uno spazzolino con setole morbide così da non “provocare” troppo le gengive già dolenti o infiammate. Ricordare di utilizzare dentifrici di qualità e che non contengano sostanze aggressive.

Dedicarsi alla pulizia dei denti e all’igiene orale dopo ogni pasto così da evitare la diffusione di batteri (che sono causa dell’infiammazione). Spazzolare i denti “dolcemente” (per almeno due minuti) e non con troppa foga ed energia.

Per una pulizia ancora più accurata, può essere utile eseguire degli sciacqui con un collutorio disinfettante. A questo proposito, è bene ricordare che è sbagliato utilizzare il collutorio senza prima aver adeguatamente spazzolato i denti con lo spazzolino.

Per eliminare i batteri, può essere indicato effettuare sciacqui con bicarbonato e acqua (il bicarbonato è un ottimo antibatterico). Per eliminare eventuali residui di cibo, utilizzare il filo interdentale almeno una volta al giorno.

Per minimizzare la sensazione di bruciore, si può provare ad eseguire dei massaggi alle gengive con i propri polpastrelli o con stimolatori gengivali.

Per limitare il fenomeno dell’infiammazione gengivale, è sempre consigliato non bere e non fumare. Il fumo e l’alcool, come è risaputo, fanno male alla salute (anche a quella dei denti e delle gengive).

Fare attenzione alla propria alimentazione e prediligere frutta e verdure (in quanto ricche di vitamine che prevengono l’infiammazione gengivale e aiutano a lenire il fenomeno del sanguinamento). Inoltre, evitare cibi troppo grassi e fritti e bevande gassate e molto zuccherate.

Far eseguire dal dentista una pulizia dei denti una volta ogni 6 mesi così da eliminare residui di placca e tartaro.

Rimedi per curare le gengive infiammate

Accanto ai farmaci che possono essere prescritti, esistono anche rimedi naturali molto efficaci per curare le gengive infiammate o i fenomeni ad esse correlati (come alitosi, sanguinamento o gonfiore). Eccone alcuni:

    • acqua e limone, sarà sufficiente eseguire degli sciacqui (come se si stesse usando un collutorio) per disinfettare tutta la bocca;
    • impacchi con ghiaccio da porre sul viso per 5 minuti (rimedio utile soprattutto in caso di gonfiore);
    • propoli, ha proprietà antibatteriche, antinfiammatorie e cicatrizzanti;
    • curcuma, creare una pasta con un po’ di curcuma e acqua e applicarla per lenire dolore e gonfiore;
    • oli essenziali di salvia e menta, sono molto utili per contrastare l’alitosi (che è una diretta conseguenza dell’infiammazione gengivale);
    • tè verde, ha un effetto astringente e per questo può essere utile consumarlo per contrastare l’infiammazione delle gengive;
    • tè nero, applicare una bustina del te (dopo averla tenuta in infusione e averla fatta raffreddare) per un quarto d’ora;
    • aloe vera in gel, può essere applicata sulle gengive per lenire il dolore e l’infiammazione;
    • equiseto, con le sue proprietà emostatiche, è particolarmente indicato nei casi di sanguinamento gengivale.