Ciambella al mandarino: ingredienti e preparazione

La ciambella al mandarino è un dolce perfetto per la colazione o come dolce per gli ospiti.  Anche se ha una difficoltà media, con un po’ di pazienza, vedrai degli ottimi risultati

Ingredienti

Per preparare la ciambella al mandarino per 8 persone hai bisogno di:

100 gr di farina,

100 gr di fecola,

1 bustina di lievito,

4 uova,

200 gr di zucchero,

200 gr di burro,

anice,

sale,

mandarini,

vino rosso,

cannella,

zucchero a velo,

marmellata di arance.

Preparazione

In un recipiente versa il vino e le spezie, porta a bollore per dieci minuti. Setaccia la farina con la fecola, sbatti in una ciotola le uova con la farina, unisci il burro fuso e un pizzico di sale. Lascia intiepidire e poi aggiungi un po’ per volta il vino. Imburra uno stampo da 28 cm versa il contenuto e inforna a 180 gradi per 45 minuti. Sforna la torta e lasciala raffreddare per un quarto d’ora. Inizia ora a preparare la glassa con lo zucchero a velo e il succo di mandarino. Aggiungi l’acqua ad occorrenza per creare una glassa dalla giusta densità. Devi far sì che sia morbida ma non liquida. Taglia a metà la ciambella e farciscila con la marmellata di arance e versa la glassa. La torta deve asciugare per 30 minuti. Sistemala su un’alzatina e spolverala con l’anice. Ritaglia striscioline di arance e passale bagnate per un minuto al forno. Sono una perfetta decorazione per la ciambella. 

Se vuoi modificare questa versione, creandone una adatta ai bambini, elimina il vino e le spezie. Quindi puoi usare una marmellata senza zuccheri aggiunti per guarnire la ciambella e una glassa di zucchero. La glassa, oltre ad essere un elemento decorativo è anche piuttosto golosa quindi attirerà l’attenzione dei più piccoli. Se lo desideri, puoi aggiungere del cacao all’impasto della ciambella, in questo il gusto sarà più intenso e perfettamente equilibrato con l’arancia. Se vuoi fare la decorazione è preferibile acquistare delle arance biologiche considerando che dovrai mangiare la buccia. 

Le spezie devono essere di qualità altrimenti rischi che non diano alcun sapore al dolce. È bene, non eccedere nelle dosi, solo in questo modo riesci ad avere un perfetto equilibrio di tutti gli aromi. 

Puoi sostituire il mandarino con le arance preferendo sempre una qualità piuttosto zuccherata. Se devi conservarlo per qualche giorno tienilo sotto una campana così che preservi la sua morbidezza e mangialo in 4/5 giorni. Per la marmellata, di mandarino o di arancia, puoi prepararla anche in casa. Meglio se hai tu delle arance appena raccolte, preparala della quantità che ti è necessaria alla farcitura se poi sai che non sarà consumata. Prepararla è molto semplice: sbuccia le arance avendo l’accortezza di togliere la parte bianca, tagliale a pezzi e versale in un pentolino con lo zucchero a fiamma media. Quando lo zucchero inizia a sciogliersi abbassa la fiamma e mescola. Lascia sobbollire e attendi circa 45 minuti. Se ti occorre solo per la preparazione del dolce, non è necessario procedere alla riempitura e bollitura dei vasetti.

Leave a Comment