Dermatite seborroica del cuoio capelluto

Come combattere la dermatite seborroica del cuoio capelluto

La dermatite seborroica è generalmente è conosciuta e definita come forfora, ma non tutti sanno che questa condizione può presentarsi in diverse parti del corpo e anche se non è contagiosa o infettiva può avere effetti negativi sulla qualità della vita degli individui che ne soffrono.

Caratterizzata dalla presenza di squame giallastre e untuose ed associata a rossori e pruriti, la dermatite seborroica è una patologia su base infiammatoria che si localizza soprattutto nelle aree ricche di ghiandole sebacee, specialmente sul cuoio capelluto, caso in cui prende il nome di dermatite seborroica del cuoio capelluto.

Questa patologia colpisce circa il 5% della popolazione mondiale e si manifesta attraverso un andamento cronico recidivante, nello specifico chi ne soffre prova dei miglioramenti d’estate e dei peggioramenti nel periodo invernale.

Anche se la dermatite seborroica del cuoio capelluto colpisce soprattutto i maschi, soprattutto nel periodo dell’infanzia e dell’adolescenza, possono essere colpite da questa patologia anche le donne ed i neonati.

Nei neonati, la dermatite seborroica del cuoio capelluto può presentarsi sin dalle prime settimane di vita ed è conosciuta con il nome di “crosta lattea”, inoltre spesso può associarsi anche alla comparsa di dermatite da pannolino.

Tra le cause più conosciute che provocano la comparsa della dermatite del cuoio capelluto c’è l’alterazione della composizione del sebo, la presenza del fungo della famiglia Malassezia, carenza delle vitamine del gruppo B e l’alterazione delle risposte immunitarie.

Generalmente i sintomi della dermatite seborroica del cuoio capelluto si manifestano in maniera graduale e chi ne è affetto deve agire in maniera tempestiva per risolvere il problema il prima possibile.

Solitamente per curare la dermatite seborroica del cuoio capelluto si utilizzano prodotti topici come lo shampoo per la dermatite seborroica e lozioni pensate per ridurre le manifestazioni tipiche di questa patologia.

Gli shampoo per curare la dermatite seborroica del cuoio capelluto sono infatti formulati per garantire la riduzione della reazione infiammatoria, per riequilibrare la produzione di sebo ed eliminare il fungo Malassezia.

Quando si soffre di questo disturbo è importante evitare di lavarsi i capelli troppo spesso, così da non stimolare l’eccessiva secrezione sebacea, inoltre è fondamentale scegliere uno shampoo adatto, non aggressivo, in grado di rimuovere il sebo e le squame senza alterare il film idrolipidico del cuoio capelluto.

Oltre all’utilizzo di prodotti specifici per curare il disturbo, anche l’alimentazione ha un ruolo importante, così come lo sport.

Per esempio, se si soffre di dermatite seborroica del cuoio capelluto è buona regola evitare l’assunzione di alimenti che contengono elevate quantità di grassi saturi e zuccheri, oppure i prodotti lievitati ed i latticini.

Come anticipato, anche lo sport può essere di aiuto per combattere questa patologia. Nei periodi di forte stress praticare yoga ed attività che permettono di rilassarsi sono ottime pratiche che aiutano ad arginare il disturbo.

Oltre a queste soluzioni, ci sono anche alcuni prodotti naturali che vengono utilizzati per combattere la dermatite seborroica del cuoio capelluto, solitamente abbinati allo shampoo specifico per curare questa patologia.

Leave a Comment